Detergenza e nanotecnologia: come migliorare le performance del tuo impianto fotovoltaico

Con la continua diffusione di installazioni di impianti fotovoltaici – principalmente collocati presso le abitazioni private – una delle domande più ricercate in internet e spesso poste agli esperti del settore è “se e come i moduli dei pannelli solari debbano essere puliti”.

Per poter rispondere a questa domanda è possibile prendere in esame alcuni studi che testimoniano che la mancata detergenza dei panelli porta ad una diminuzione delle prestazioni dell’impianto sino ad un massimo del 30% della sua efficienza.

Inoltre questa noncuranza potrebbe portare persino ad accorciare la durata del ciclo di vita dell’impianto stesso.

Una pulizia accurata, quindi, deve essere effettuata periodicamente e non lasciata in capo esclusivamente all’azione pulente della pioggia.

La sua frequenza dipenderà da diversi fattori come il posizionamento dell’impianto – ad esempio se installato vicino a zone marine – o all’esposizione ripetuta ad agenti inquinanti e/o a forti venti.

Per assicurarsi una pulizia profonda che garantisca uno stato di efficienza ottimale sarà necessario affidarsi a prodotti professionali come Deter Solar e Nanotech Solar, formulati specifici ideati da Chemical Roadmaster per la pulizia e protezione delle superfici trasparenti dei pannelli solari.

Grazie ad un uso corretto del detergente concentrato Deter Solar sarà possibile ottenere facilmente la totale rimozione di residui di calcare, smog, incrostazioni e nerofumo, garantendo un perfetto irraggiamento dei moduli solari.

Inoltre il suo impiego assicura di non andare a danneggiare i metalli e le gomme che compongono l’impianto.

In combinazione a questo detergente, è possibile utilizzare Nanotech Solar.

Questo formulato innovativo, a base di speciali additivi nanotecnologici – adoperato dopo la detergenza del pannello – sarà in grado di proteggere con un effetto antisporco e antimacchia la superficie trattata, mantenendola pulita il più a lungo possibile aumentandone l’efficienza e pertanto il rendimento medio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItaliano
en_USEnglish it_ITItaliano